I bellissimi Quiet Book Montessori di Sara

Amiche mamme avete mai sentito parlare di Quiet book montessoriani?
Io, per esempio, non avevo la minima idea di cosa fossero, come del resto ignoravo praticamente il 95% di tutto quello che ruota intorno al mondo dei bambini prima di diventare mamma (ora invece sono una supersecchiona).
E quindi, vuoi dirci cosa sono questi Quiet book?
Ah si, giusto.
Dunque, dovete sapere che Mia ha una vera predilezione in particolare per due cose: i quadri e i libri.
Fin dai primi mesi sono stati i due oggetti che più hanno calamitato la sua attenzione.
Per questo motivo, quando un giorno entrando in un negozio per bambini ho visto (confesso per la prima volta) un libricino di stoffa con disegnate figure colorate dai diversi tessuti, non ho esitato un attimo a comprarlo.
A Mia è piaciuto tantissimo, così tanto che ho deciso di capire se in commercio esistessero altri modelli, magari con figure diverse.
Ecco che, improvvisamente, si è aperto un mondo a me sconosciuto.
Prima di tutto ho capito che il libricino che avevo acquistato a Mia era in realtà una ciofeca e poi che questo tipo di libri si chiamano, per l’appunto, quiet book o anche activity book, busy book, in pratica libri della calma, libri della quiete.
Ma perché si chiamano così e soprattutto perché il tuo era una ciofeca?
Partiamo dalla prima domanda.
I quiet book sono libri in stoffa o altro materiale morbido come il feltro che, seguendo l’educazione montessoriana, offrono ai bambini più piccoli una serie di attività manuali e stimoli sensoriali.
Il bambino, incuriosito da forme, colori e dalla scoperta di materiali diversi da toccare, ne rimane solitamente così incantato da perdersi all’interno del libro per lunghi momenti di concentrazione (ecco il perché della calma e della quiete)
Questi libri lo impegnano in attività che, compiute ripetutamente, allenano la memoria, il coordinamento occhio-mano e la motricità fine.
I quiet book possono essere utilizzati dai sei mesi in su.
Ovviamente in base all’età si possono scegliere stimoli e attività diverse.
Per i più piccoli sono perfetti quelli che rappresentano oggetti comuni, animali, forme…con diversi tipi di materiali da toccare.
Crescendo si possono introdurre nuove sperimentazioni sensoriali, non solo la vista e il tatto ma anche udito e olfatto fino ad attività pratiche con l’utilizzo ad esempio di cerniere, bottoni, velcro, clip, fibbie, cordini…
E alla seconda domanda non rispondi? Perché il tuo era un ciofeca?
Beh, semplicemente perché interessandomi a questi libri mi sono resa conto che in commercio ne esistono di moltissimi tipi, anche copie e brutte copie e facendo un’accurata ricerca ho scoperto che i migliori sono ovviamente quelli fatti a mano, quelli di ottima fattura e qualità eccezionale. Sono rari ma io ho trovato i migliori, quelli creati dalle mani di Sara.
Chi è Sara?
Sara Rezzolla, artigiana del microbrand Realizza accessori personalizzati per bambini, giochi prevalentemente ad impronta montessoriana.
Ormai siamo nell’era dell’industrializzazione selvaggia, del tutto standardizzato, tutto uguale ma se desiderate qualcosa di unico per il vostro bambino lei è la persona che fa per voi.
Realizza con amore oggetti curati nei minimi dettagli, cercando di esaudire i vostri desideri e trasformando le vostre idee in qualcosa di reale.
In più i Quiet book de sono i pochi, se non gli unici, ad avere la certificazione CE.
Il Quiet book de i Sogni Risplendono che ho regalato a Mia è diventato il suo gioco preferito ed è veramente un momento di quiete perché riesce ad incantarla per molto tempo.
È un piacere vederla sfogliare le sue pagine e soffermarsi su ogni figura, su ogni dettaglio, sorprendersi per ogni nuova scoperta. Li consiglio a tutte le mamme.

 

 

8BE7EEEF-B1A9-4B2A-8728-8CAAE25DBCD7

98B117F5-CABF-4E9A-A746-BD7C3956D89A

Fammi sapere la tua opinione!