L’Amore di una madre

Qualche volta quando la guardo mi blocco, non in senso figurativo, mi blocco proprio fisicamente come se fossi freezata.
Succede soprattutto in alcuni momenti specifici, quando è assorta nei suoi pensieri, quando è avvolta in una luce particolare, quando inventa canzoni, ma ancora più spesso quando piange o si fa male, ecco, io per qualche secondo rimango imbambolata, non riesco a muovermi, come se cuore testa anima e corpo andassero in corto circuito.
Ci ho riflettuto molto, ho cercato di analizzare questo Blocco momentaneo e sono arrivata alla conclusione che sia dovuto all’Amore, forse dovrei dire al Troppo Amore, ma in realtà non esiste il Troppo quando si tratta di un figlio, perché l’amore per un figlio è l’amore più puro, l’amore nella sua forma più vera anzi la parola Amore é in realtà l’abbreviazione di Amore per un figlio.
Prima che Mia entrasse come uno tsunami nella mia Vita avevo sentito parlare un milione di volte di questo “famoso” amore per i figli, oltre ad averne avuto una dimostrazione quotidiana da quando sono nata da mia madre e mio padre che mi hanno sopportato anche quando ero una bambina capricciosa o una preadolescente con la fissa dei take that che scappava di casa per cercarli o un’adolescente antenata degli emo, si sono privati di tutto per anni per farmi studiare e nonostante questo mi hanno sempre e comunque amata più di ogni altra cosa.
Ero quindi sicura di aver capito perfettamente come funzionasse questo amore e invece no, mi è toccato dare ragione a tutti quelli che con aria da saputelli dicevano: “lo capirai solo quando avrai un figlio”
La cosa assurda, inspiegabile è che un figlio lo ami immediatamente.
Subito.
Già dalla prima ecografia.
Tu non sai come sarà, se avrà il naso a patata, i capelli ricci, i piedi storti, se piangerà tutte le notti, se farà la cacca puzzolente, se mangerà le verdure, se assomiglierà a tua nonna o a tua suocera, se sorriderà, se avrà le orecchie a sventola…ma tu lo ami a prescindere.
E non c’è una spiegazione logica.
Tu lo ami e basta.
Come se questo amore ci fosse sempre stato, come se fosse scritto nel tuo dna, come se per te fosse naturale, come mangiare, dormire e respirare.
Non a caso la mamma e il suo bambino sono legati dal cordone ombelicale, non è solo qualcosa di fisico, l’energia di quel cordone, anche se viene tagliato, rimane per sempre ad unirli.
L’amore di una mamma non si basa su strategie, non ha aspettative, non chiede nulla in cambio, non si trasforma, non si esaurisce, l’amore di una mamma c’è stato prima, c’è costantemente e ci sarà sempre, oltre il tempo.
Non finirà mai, perché fa parte della Vita stessa, perché é la tua stessa Vita.

Fammi sapere la tua opinione!